Biografia

Dott.ssa A. Sabetta
Dott.ssa A. Sabetta

 

Alessandra Sabetta nasce a Roma nel 1980.

Sin da piccola si mostra pronta e sensibile a stringere rapporti di amicizia con le persone più svantaggiate e meno fortunate di lei.

A 3 anni scrive e legge correntemente, a 9 ha già scritto vari libri di poesie e di favole per bambini. La nascita del fratello Luca la segna profondamente ed in modo positivo, tanto che si appassiona allo studio della psicopedagogia e dell'evoluzione psicosociale dell'infanzia.

Si avvia agli studi classici che la fanno avvicinare all'arte greca e latina, grazie alla quale studia la drammaturgia ed approfondisce l'amore per la poesia. Dal 1996 è socia dell'Unione Nazionale Scrittori, in virtù di segnalazioni ricevute dalla stessa Associazione e riceve numerosi riconoscimenti e premi in ambito nazionale.

Ben presto comprende che le arti, nel loro complesso, posseggono una profonda anima terapeutica. Decide allora di intraprendere la Facoltà di Scienze dell'Educazione presso l'Università degli studi di Roma Tre, alla quale si laurea, nel 2006, con 110 e lode con una tesi in bioetica. Nello stesso periodo, prosegue la sua ricerca interiore ed artistica, approfondendo l'analisi delle principali correnti pittoriche. 

Nel frattempo scrive vari articoli, con un particolare sguardo all'adolescenza, studia il canto e la musica come strumenti di rieducazione e fonda un'Associazione Onlus, con la quale progetta e conduce vari progetti artistico-rieducativi presso il Carcere di Rebibbia Nuovo Complesso (Rm).

L'ambiente del carcere non è nuovo, dato che nel 2005 aveva gestito, nello stesso complesso, una ricerca relativa ai rapporti tra carcere e società.

Nel 2007 conduce un seminario presso la cattedra di bioetica di una delle più importanti Università romane. In questo ambito molti sono gli spunti che la indirizzano alla riflessione su importanti concetti etico/filosofici, quali le passioni odierne e la cura dei pazienti psichiatrici.

Dal 2008 comincia a considerare alcuni importanti fenomeni storici e sociali, quali l'anoressia ed il femminismo, sviluppando proprie teorie.

Dal 2007 al 2009 collabora con importanti Cooperative sociali romane e lavora presso una casa-famiglia ecclesiastica, conducendo laboratori artistico-espressivi per adolescenti e seguendo casi particolari in "incontri protetti" e "assistenza educativa domiciliare". Negli stessi anni dirige progetti sull'intercultura e sul disagio adolescenziale presso scuole Medie Inferiori e Superiori.

E'  la fine del 2008 quando decide di proseguire la sua attività di educatore privatamente. Studia l'importanza del movimento fisico e dello sport nell'ambito della rieducazione e nella fase adolescenziale.

L'incontro con il figlio del noto pittore Franco Palumbo, nel 2008, le consente di approfondire ulteriormente lo studio della pittura e del disegno come strumenti di realizzazione personale e di cura delle emozioni negative. Si dedica così anche alla cura del sito Internet sul Palumbo ed alla catalogazione dei dipinti dello stesso.

Attualmente prosegue la sua attività di ricerca, scrive e segue, in particolare, studenti in età scolare, diversamente abili, ragazzi delle Scuole superiori ed universitari. E' inoltre educatrice presso un grande Centro di Prima Accoglienza per immigrati.

Alcune pubblicazioni e riconoscimenti

 

  • 2013 Stampa del libro per bambini "Favole della notte"
  • 2010 Creazione del sito www.artefrancopalumbo.com
  • 2009 Articolo pedagogico "Adolescenti"
  • 2009 Partecipazione al servizio televisivo su Tg1 Economia, inerente le professioni nel periodo natalizio (lezioni individuali e sostegno)
  • 2009 Pubblicazione del saggio "C'erano una volta la pena e la rieducazione"
  • 2009 Pubblicazione del saggio "Feminae (Della femmina)" inerente la storia del femminismo
  • 2008 II classificata al Premio Nazionale di Poesia indetto da ADI (Associazione Doganale Italiana)
  • 2008 Partecipazione al concorso di Poesia "Per ricordare Tiziana" e selezione del componimento per la pubblicazione sull'antologia "Gocce di solidarietà"
  • 2006 Organizzazione e conduzione de "Le prigioni dell'anima", serata di sensibilizzazione e discussione sul pianeta carcere (Linux Club - Roma)